Sidebar

  twitter   instagram

Quest'anno il campo estivo AMMP si è svolto nella struttura di Limone Piemonte.
Come ogni anno scegliamo un tema per coinvolgere ragazzi e adulti, per creare giochi e attività.
Il tema del campo di quest'anno è stato il riciclaggio del materiale plastico per educare i ragazzi alla responsabilità del rispetto ambientale.
I ragazzi attraverso queste attività sotto forma di giochi ludici vogliono arrivare a dare un messaggio ai bambini per educarli al rispetto della natura e per un  ambiente che sarà il loro futuro.
Noi come Associazione Cattolica cerchiamo di iniziare la giornata con una preghiera di lode al Signore con la presenza di un sacerdote che è a disposizione dei ragazzi e noi adulti.
Grazie a questa preziosa presenza abbiamo la possibilità di avere la Messa tutti i giorni.
I nostri volontari sono persone che arrivano da altre sedi della AMMP e si adoperano dove c'è più bisogno, esempio pulizie, cucina e varie per far sì che il campo estivo possa funzionare nel miglior modo possibile.
È molto bello vedere come tra i volontari, che la maggior parte sono nonni e genitori che possono dedicare del loro tempo nel volontariato, si instaura anche un rapporto di affetto con i ragazzi.
Nel campo di quest'anno abbiamo avuto ospiti 110 ragazzini, 20 animatori e 15 adulti per i vari servizi del campo.
La prima domenica del campo estivo sono scesi i genitori per condividere un pranzo con i loro ragazzini, per un totale di 360 persone. È stata una giornata molto allegra con non poche difficoltà di organizzazione ma che comunque è riuscita brillantemente.
Il campo si è concluso con la voglia di ritrovarsi il nuovo anno con migliori servizi e idee nuove che serviranno per portare a casa un messaggio di fratellanza e speranza per tutti.

In fede,

Roberto Di Dio.

 

IMG 20190727 101847 min 2

 

 

 

 

66326794 2535459393173535 3160588543894487040 o

Ecco il racconto di Roberto Di Dio, vicepresidente AMMP (sopra in foto con don Kreso):

"Insieme ad alcuni ragazzi del gruppo giovani AMMP ci siamo recati da don Kreso a Mostar (in Bosnia Erzegovina, dove è attivo il progetto AMMP "Mir i radost"), per condividere esperienze formative diverse tra animatori italiani ed animatori bosniaci.

La partenza è avvenuta il 24 giugno. 

65117987 675443682867846 658084673028620288 n

Si è trattato di un importante scambio formativo a livello di didattica ed attività: le giornate avevano inizio alle ore 8,30 con il ritrovo in parrocchia: don Kreso riuniva tutti ed iniziava a recitare una preghiera molto bella. Si trattava di un inno, una preghiera cantata alla quale partecipavano tutti.

Alle ore 9 vi era il ritrovo al campo sportivo. Qui si svolgevano una serie di giochi parrocchiali durante i quali i ragazzi erano suddivisi in sei squadre.

In ciascun gruppo due ragazzi ammp si integravano come animatori dialogando in inglese.
In questo modo tutti erano partecipi dell'animazione della giornata, a parte il primissimo giorno che è stato di osservazione.
Anche noi abbiamo raccontato loro come organizziamo i nostri campi estivi e gli abbiamo insegnato un gioco che facciamo sempre.

I ragazzi bosniaci hanno capito che la nostra tipologia di lavoro è più impregnata nella didattica e i nostri ragazzi hanno percepito la grande fede che anima la parrocchia di Mostar: possono sbagliare un gioco, possono far male un attività, ma camminano con una fede che li muove e va al di sopra delle conoscenze.

Ci siamo anche dedicati a viaggi culturali all’interno della Bosnia Erzegovina.
Abbiamo visitato Sarajevo e su richiesta dei ragazzi ci siamo anche recati a Medjugorje.
Qui siamo stati alla Croce Blu ed alla Parrocchia di S.Giacomo.
Per molti era la prima volta. Chi lo desiderava ha potuto dedicarsi a brevi momenti di preghiera personale e collettiva."

Igor, volontario del gruppo giovani AMMP racconta: 

"L'esperienza in Bosnia è stata qualcosa di fantastico perchè abbiamo avuto l'occasione di conoscere una cultura nuova, persone nuove e diverse da noi potendo osservare come riescono a stare con le altre persone e come vivono la religione.

Ci hanno raccontato le loro difficoltà nel doversi rialzare dopo la guerra.
Tu che vivi in Italia pensi di avere dei problemi, quando invece andando là scopri che i tuoi problemi sono niente in confronto.
Devo essere sincero questo è un viaggio che proporrei a tutti perchè ti apre a nuovi orizzonti.
Don Kreso è una persona che si da veramente tanto da fare, anche con la costruzione della nuova chiesa. Hanno molta forza in Bosnia in confronto a noi!"

66032833 2523253237727484 2474592059525169152 n 2

  

Alla fine di questa esperienza, d'accordo con don Kreso si sta pensando di poter collaborare con un interscambio invitando i ragazzi più grandi di don Kreso a venire qui a Torino riprendendo il movimento "gruppo giovani BIOS".

 

BIOS: DI COSA SI TRATTA?

Ce lo spiega Laura Pignatiello, che fu il primo animatore AMMP :

"BIOS nasce nel 2002 a seguito di una serie di incontri che abbiamo avuto con don Kreso a Mostar. Questo progetto è partito con AMMP, ai tempi ancora "Comitato Maria Madre della Provvidenza", ed il desiderio oggi è di poterlo ricostruire con il gruppo giovani AMMP, le famiglie, i bisognosi e quello che verrà.

Si tratta quindi di un gemellaggio e sostegno formativo con la città di Mostar.

Nasce come movimento giovanile per aprirsi agli altri, per aiutare gli altri e per “altri” ci riferiamo a TUTTI: che siano famiglie, giovani o bisognosi.

L’acronimo richiama una frase croata " Biti i ostati svoj" che vuol dire Essere e restare se stessi”.
 
BIOS è un movimento della gioventù cattolica che ci ha visto coinvolti in una serie di campi che abbiamo fatto dal 2002 in poi e che va avanti ancora adesso perché comunque le famiglie si sono formate e ci sono i figli di coloro a cui abbiamo fatto volontariato a Mostar, anzi più che "volontariato" direi "possibilità": possibilità di fare del Bene e di ricevere veramente del Bene.
 

BIOS vuol dire formare e custodire un’identità personale, un’identità spirituale e morale che ognuno di noi ha dentro di sé, aprirsi verso gli altri, quindi cercare di evangelizzare i principi fondamentali di un’esistenza insieme, difendere i valori del matrimonio e della famiglia ovvero dedicarsi all'apostolato, alla preghiera, all'eucarestia ed all'annuncio.

Il principio fondamentale di questo movimento è contenuto in due comandamenti di Gesù: “Prendi il largo” (oggi diciamo in greco “Duc in altum”) richiamando la testimonianza di Gesù che prendendo il largo ha pescato i pesci e“Mi sarete testimoni".

 

BIOS nasce per aiutare i giovani a creare un’identità, nasce per creare dei legami, per stare insieme e scambiarci delle emozioni.

Avevamo detto a don Kreso che per noi era fondamentale rendere indissolubile questo legame che prima era una conoscenza, poi è diventata una bellissima amicizia ed oggi ci definiamo una famiglia perchè con i ragazzi di Mostar condividiamo tantissimi momenti. Ci sono delle storie molto molto belle dietro: un paio di loro sono diventati sacerdoti, altre sono entrate in convento, tutti gli altri si sono sposati a parte l’ultimo che si sposerà tra pochi mesi e quasi tutti sono diventati genitori."

 

PHOTO 2019 07 24 20 14 44  

 

 

 

 

Erano in 27 i partecipanti all’ottavo incontro di formazione sulla Divina Volontà tenutosi sabato 8 giugno presso la sede ammp di Buronzo “Oasi Casa Betania”. 

 

Riportiamo le testimonianze di tre persone che vi hanno partecipato:

⭐️“Volevo ringraziare il Signore per averci donato una giornata piena di grazia come quella di ieri .....momenti d'insegnamento molto profondi con don Marco e di preghiera molto intensa con lo Spirito Santo che ci ha accompagnato e guidato per tutto il pomeriggio.
Un grazie a Rita per l'accoglienza sempre molto fraterna e aggiungerei "francescana" anche se siamo benedettine......
Ringrazio la Madonna per averci donato una casa spirituale dove si sente la Sua presenza a guidare il tutto”

⭐️“ [...] Ringrazio tutto quello che fa il Signore per tutti noi. Tocca i nostri cuori e ci raccoglie in ogni angolo della strada per portarci a Lui. Ringrazio della bella giornata che ho trascorso ieri con voi. Sono contenta di aver rivisto Rita dopo molti anni e sono contenta per quello che ha dato il Signore a questa sua figlia.”

⭐️“ Ringrazio per il ritiro spirituale di ieri da Ritasoprattutto la gioia della pace e dell'amore che circolava tra tutti NOI....La forza dello spirito Santo... felicissima di aver conosciuto nuove sorelle nella fede”

 

[In Foto alcuni dei partecipanti] 

 

 

62208349 2481688468550628 7081776338046025728 o

I- Buongiorno Bruno. L’8 maggio del 2001 rappresenta una data importante per AMMP... vuoi dirci qualcosa di più?

B-Ciao! Sì, in questa data abbiamo effettuato la trasformazione del comitato Maria Madre della Provvidenza in una associazione (ONLUS). Possiamo quindi affermare che l'8 maggio di diciotto anni fa nasceva AMMP!

 

I-Che cosa vi ha condotto a questa scelta? 

B-Abbiamo effettuato questo cambiamento per due motivi principali: il primo riguarda la possibilità di poter ampliare le nostre attività rivolte ai poveri aprendo anche altre sedi operative, così come poi è stato e continua ad essere grazie all’esistenza delle nove sedi AMMP.

Inoltre ritenevamo fosse di grande importanza poter permettere la deducibilità o detraibilità fiscale a coloro che desideravano sostenere i nostri progetti con le loro donazioni. 

I- Una scelta quindi ben motivata che si è dimostrata vincente! Ci racconti qualche dettaglio di quel giorno?  

B- Tutto è avvenuto a Torino, in Corso Duca degli Abruzzi 27, nello studio del notaio Mario Quirico che ha sempre seguito l’Associazione.
Oltre alla mia presenza in qualità di legale rappresentante hanno partecipato il sig. Valente Pasquale, Cerea Vioglio Italo in quanti vicepresidenti; Curcetti Don Claudio come segretario, il sig. Colombotto Giorgio come tesoriere ed i consiglieri Ostorero Paolo, Ricaldone Eugenio, Borgarello Gianfranco, Pignatello Laura, Calgaro Marco. 

Eravamo in tanti e tutti avevamo molti impegni lavorativi e famigliari, ma il desiderio di metterci a servizio dei più bisognosi non faceva sentire la stanchezza! 

I- L'8 maggio è una data particolarmente importante anche per un altro motivo: una bella coincidenza casuale o forse una straordinaria DIOincidenza! Hai voglia di parlarcene?

B- Proprio così. L'8 maggio si festeggia anche la Beata Vergine del Rosario di Pompei. Io ho affidato completamente a Lei AMMP. La mia devozione alla Madonna è un tratto che mi accompagna fin da quando ero bambino e che desidero coltivare ogni giorno. La Madre di Gesù benedica sempre i nostri progetti e le nostre iniziative!


I- In conclusione, possiamo dire che AMMP ha appena compiuto 18 anni! Quali prospettive per il futuro? 

B-AMMP vuole sempre più essere un segno di speranza per tante famiglie e persone sole che lottano quotidianamente contro la miseria e la disperazione.

 

 

Le raccolte alimentari rivestono una grande importanza per la nostra associazione. Queste rientrano nel progetto “I cinque pani”  e sono nate al fine di sostenere le parrocchie che devono far fronte ad un numero sempre maggiore di famiglie da dover aiutare. AMMP si assume tutte le spese economiche dei volantini, dei manifesti, dei mezzi di trasporto ecc... e si occupa di tutta l’organizzazione dei volontari, della raccolta, degli accordi con i supermercati, del trasporto e dello smistamento dei pacchi viveri.

Tra questi poi alcuni vengono distribuiti direttamente alle famiglie seguite personalmente da noi, mentre altre vengono cedute alle parrocchie che provvedono a farli giungere alle altre famiglie. 

Le principali raccolte alimentari AMMP effettuate nell’arco dell’anno sono quelle del mese di Febbraio, Maggio ed Ottobre.

Il 4 di questo mese si è tenuta la seconda raccolta alimentare di quest’anno. Questa ha visto la partecipazione di 584 volontari. Questo numero comprende sia i volontari delle parrocchie che i volontari AMMP in cui rientra  come sempre la preziosa presenza del gruppo giovani AMMP, che ha svolto servizio nel supermercato di Corso Rosselli ed in quello di Collegno. 

La raccolta si è svolta in cinquanta supermercati nei comuni di Torino, Giaveno, Leinì, Nichelino, Chieri, Alpignano, Collegno e sono stati raccolti 27.480 kg di alimenti! 

 

Grazie a tutti i volontari che hanno prestato il loro servizio ed a tutte le persone che hanno partecipato! 

 

(In foto: a titolo di esempio un pacco distribuito ad una famiglia)

 

 

Il progetto “Oasi Casa Betania” della sede AMMP di Buronzo (VC) vuole offrire a persone in difficoltà l'occasione giusta per ricaricare le batterie in un ambiente molto familiare. Il progetto consiste nel dare la possibilità a uomini e donne di potersi ritagliare uno spazio proprio di preghiera e meditazione e così fermarsi a riflettere sul significato della vita interiore.

Un'attenzione particolare è rivolta alla spiritualità di Luisa Picarreta, motivo per cui quest'anno sono stati organizzati alcuni incontri formativi sulla DIVINA VOLONTA'.

Agli incontri partecipano una ventina di persone.

Questi sono guidati dal sacerdote don Marco Cannavó, vissuto per una decina di anni in Puglia a contatto diretto con la storia e la spiritualità di Luisa Picarreta. Egli ora vive a Milano e segue vari gruppi che si ispirano alla Divina Volontà. 

Gli incontri hanno inizio alle ore 9:00 con l'accoglienza e le lodi mattutine. Alle ore 9:30 ha inizio la meditazione sui volumi degli Scritti ed il dialogo. Alle ore 12:00 vi è la celebrazione eucaristica seguita dal pranzo delle 13:00. Alle ore 15:00 vi è la recita della Coroncina della Divina Misericordia e l'Adorazione Eucaristica. Alle ore 16:30 si inizia a recitare il Santo Rosario.


L'ultimo incontro è stato Sabato 11 Maggio 2019; si è concluso alle ore 17:30 ed ha visto la partecipazione di 16 persone. Il prossimo incontro (l'ottavo) sarà SABATO 8 GIUGNO 2019.

Il luogo aiuta davvero a vivere la preghiera immersi nella pace e nella concentrazione, come possono testimoniare queste foto:


 

 

 
"In occasione dell'anno di Bernadette, con un  gruppo di 45 persone tra volontari amici e sostenirori dell' AMMP di Sant'Angelo Lodigiano, ci siamo recati in pellegrinaggio a Lourdes (dal 5 all'8 aprile).
L’anno 2019 è il 175 ° anniversario della nascita di Bernadette e il 140 ° della sua morte, abbiamo voluto quindi scoprire meglio il volto di Maria attraverso questa giovane ragazza. 
Con Angela, una guida volontaria di Lourdes, abbiamo ripercorso i luoghi della vita della Santa Bernadette, visitando il Mulino di Boly dove  è nata ed ha vissuto fino all'età di10 anni, la casa paterna e il cachot, l'antico carcere di Lourdes, una stanza di 16 mq dove Bernadette visse con i suoi genitori, la sorella e i due fratelli, durante il periodo delle apparizioni.         Il pellegrinaggio è  poi proseguito visitando la grotta delle apparizioni, il santuario dove abbiamo potuto accostarci alla confessione, partecipare alla Santa messa, alla recita del Santo rosario nonché alla processione notturna con le candele "Aux Flambeaux". 
Abbiamo inoltre visitato la  Citè Saint Pierre, un luogo voluto da Bernadette per poter ospitare i pellegrini poveri che non potevano pagarsi le spese dell’alloggio e che comunque volevano fare l’esperienza di venire a Lourdes per incontrare Maria.  Questo è diventato un luogo di accoglienza, preghiera, di convegni e di grandi incontri di gruppi organizzati.
Questo pellegrinaggio  ci ha fatto  vivere insieme  l’esperienza di fede sui passi di Maria e di Bernadette."

Ecco alcune foto del pellegrinaggio:
 
 
 
 

Francesco Deaglio, responsabile del gruppo giovani AMMP racconta:  

"Alla pizzata del 6 aprile eravamo 220 persone!! Come sempre si è svolta presso l'Istituto M.Mazzarello di Torino ma  non ci stavamo nemmeno tutti, infatti abbbiamo fatto mangiare gli animati più grandi con noi animatori.
C'erano anche un sacco di persone nuove!
Abbiamo presentato il Campo estivo ammp 2019 che quest'anno si terrà dal 15 al 28 Luglio 2019 a Limone Piemonte. 
Filo conduttore di quest'anno sarà la tematica del razzismo insieme a quella del rispetto dell'ambiente.
Il tema dei giochi resta una sorpresa! Ed anche quest'anno ci sarà una squadra vincitrice.
Alla pizzata c'erano anche un sacco di persone nuove! 
Il giorno dopo nel giro di quattro o cinque ore le iscrizioni al campo erano già chiuse perchè all'ora di pranzo avevamo esaurito tutti i 100 posti.
Ho quindi contattato la custode ed ottenuto che ci porteranno dieci letti in più e quei dieci posti sono durati una quindicina di minuti.
Alchè ho contattato un Bed and Breakfast ed un hotel riuscendo a concordare un prezzo accessibile arrivando a 135 posti letto.
Questo non è mai successo! Mi ricordo che il primo anno che sono venuto io al campo eravamo 40 animati! Quest'anno ce ne sono 100 ed altri 20 ancora in lista d'attesa che però purtroppo per quest'anno non potranno essere accontentati.
Stiamo preparando un percorso di incontri ogni tre mesi in modo che ci siano sempre due sacerdoti che ci seguono: don Vittorio e padre Daniel.

Siamo davvero contenti delle risposte che stiamo ricevendo e questo insieme al mandato ricevuto dalla Sig. Laura Pignatello,una delle prime volontarie che ha iniziato subito dopo la guerra il gemellaggio con i giovani di Mostar,quest'anno  ci ha spronato per la prima volta ad organizzare oltre a questo campo anche  un campo giovani.

Si tratta di un progetto alternativo per ragazzi dai 16 ai 20 anni, una fascia di età per cui le offerte scarseggiano. 
Quest'anno andremo da don Kreso in Bosnia, saremo in 18-20 ragazzi. Andremo con due furgoncini nel periodo tra fine giugno ed inizio luglio.
Lo scopo sarà la condivisione delle diverse esperienze formative fatte tra animatori italiani ed animatori bosniaci.
Uno scambio formativo a livello di didattica ed attività!!"

Qui alcune foto della pizzata:


Bruno Cavallo, presidente AMMP racconta:  


"Mons. Cesare Nosiglia viene a trovarci tutti gli anni in occasione del S. Natale e della S.Pasqua alla mensa domenicale ammp sita in via cumiana presso l’istituto M. Madre Mazzarello.
Ogni volta non si limita ad essere un ospite, ma indossa la pettorina AMMP e serve ai tavoli come tutti gli altri volontari.

Quest’anno per l’occasione oltre al gruppo giovani AMMP era presente anche un gruppo scout di Nichelino, che si è detto molto contento di quest'esperienza."

Dell'evento ne ha  parlato anche  il settimanale diocesano “La voce e il tempo” (Foto gallery a cura di Massimo Masone) ➡️➡️

https://www.vocetempo.it/larcivescovo-nosiglia-serve-alla-mensa-di-via-cumiana/

 

 

 

L’arrivo di don Kreso rappresenta sempre l’arrivo di un amico che ci viene a trovare, che ci porta la sua amicizia e ci aggiorna sullo. Di recente abbiamo inviato 12 mila euro per permettere ai lavori della parrocchia e dell’ alloggio sopra la chiesa per don Kreso e il diacono.

Sta inoltre iniziando un nuovo percorso con il gruppo giovani ammp ed un gruppo di universitari di Mostar che si concretizzerà dal 24 giugno al 3 luglio e sarà un’esperienza volta ad una reciproca condivisione di metodi di studio e di lavoro.

 

Appuntamenti

Ven Set 20 @16:00
Pellegrinaggio a Medugorje- sede di Torino
Appuntamenti Ammp
Dom Set 22 @09:00
INCONTRO DI PREGHIERA sede di Buronzo
Appuntamenti Ammp
Ven Set 27 @16:00
PELLEGRINAGGIO A MEDJUGORJE- sede di Sant'Angelo Lodigiano
Appuntamenti Ammp
Sab Set 28 @15:00
CENACOLO DI PREGHIERA 4° DOMENICA DEL MESE
Appuntamenti Ammp
Sab Ott 05 @08:00
RACCOLTA ALIMENTARE AMMP
Appuntamenti Ammp

AGENDA APPUNTAMENTI

RICHIESTE D'AIUTO

#ILDONOXME

fotogallery
LEGGI IL COMMENTO AL VANGELO DI QUESTA DOMENICA

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Ti invieremo ogni mese gli aggiornamenti sulle nostre attività e i nostri appuntamenti