Sidebar

  twitter   instagram

 

66326794 2535459393173535 3160588543894487040 o

Ecco il racconto di Roberto Di Dio, vicepresidente AMMP (sopra in foto con don Kreso):

"Insieme ad alcuni ragazzi del gruppo giovani AMMP ci siamo recati da don Kreso a Mostar (in Bosnia Erzegovina, dove è attivo il progetto AMMP "Mir i radost"), per condividere esperienze formative diverse tra animatori italiani ed animatori bosniaci.

La partenza è avvenuta il 24 giugno. 

65117987 675443682867846 658084673028620288 n

Si è trattato di un importante scambio formativo a livello di didattica ed attività: le giornate avevano inizio alle ore 8,30 con il ritrovo in parrocchia: don Kreso riuniva tutti ed iniziava a recitare una preghiera molto bella. Si trattava di un inno, una preghiera cantata alla quale partecipavano tutti.

Alle ore 9 vi era il ritrovo al campo sportivo. Qui si svolgevano una serie di giochi parrocchiali durante i quali i ragazzi erano suddivisi in sei squadre.

In ciascun gruppo due ragazzi ammp si integravano come animatori dialogando in inglese.
In questo modo tutti erano partecipi dell'animazione della giornata, a parte il primissimo giorno che è stato di osservazione.
Anche noi abbiamo raccontato loro come organizziamo i nostri campi estivi e gli abbiamo insegnato un gioco che facciamo sempre.

I ragazzi bosniaci hanno capito che la nostra tipologia di lavoro è più impregnata nella didattica e i nostri ragazzi hanno percepito la grande fede che anima la parrocchia di Mostar: possono sbagliare un gioco, possono far male un attività, ma camminano con una fede che li muove e va al di sopra delle conoscenze.

Ci siamo anche dedicati a viaggi culturali all’interno della Bosnia Erzegovina.
Abbiamo visitato Sarajevo e su richiesta dei ragazzi ci siamo anche recati a Medjugorje.
Qui siamo stati alla Croce Blu ed alla Parrocchia di S.Giacomo.
Per molti era la prima volta. Chi lo desiderava ha potuto dedicarsi a brevi momenti di preghiera personale e collettiva."

Igor, volontario del gruppo giovani AMMP racconta: 

"L'esperienza in Bosnia è stata qualcosa di fantastico perchè abbiamo avuto l'occasione di conoscere una cultura nuova, persone nuove e diverse da noi potendo osservare come riescono a stare con le altre persone e come vivono la religione.

Ci hanno raccontato le loro difficoltà nel doversi rialzare dopo la guerra.
Tu che vivi in Italia pensi di avere dei problemi, quando invece andando là scopri che i tuoi problemi sono niente in confronto.
Devo essere sincero questo è un viaggio che proporrei a tutti perchè ti apre a nuovi orizzonti.
Don Kreso è una persona che si da veramente tanto da fare, anche con la costruzione della nuova chiesa. Hanno molta forza in Bosnia in confronto a noi!"

66032833 2523253237727484 2474592059525169152 n 2

  

Alla fine di questa esperienza, d'accordo con don Kreso si sta pensando di poter collaborare con un interscambio invitando i ragazzi più grandi di don Kreso a venire qui a Torino riprendendo il movimento "gruppo giovani BIOS".

 

BIOS: DI COSA SI TRATTA?

Ce lo spiega Laura Pignatiello, che fu il primo animatore AMMP :

"BIOS nasce nel 2002 a seguito di una serie di incontri che abbiamo avuto con don Kreso a Mostar. Questo progetto è partito con AMMP, ai tempi ancora "Comitato Maria Madre della Provvidenza", ed il desiderio oggi è di poterlo ricostruire con il gruppo giovani AMMP, le famiglie, i bisognosi e quello che verrà.

Si tratta quindi di un gemellaggio e sostegno formativo con la città di Mostar.

Nasce come movimento giovanile per aprirsi agli altri, per aiutare gli altri e per “altri” ci riferiamo a TUTTI: che siano famiglie, giovani o bisognosi.

L’acronimo richiama una frase croata " Biti i ostati svoj" che vuol dire Essere e restare se stessi”.
 
BIOS è un movimento della gioventù cattolica che ci ha visto coinvolti in una serie di campi che abbiamo fatto dal 2002 in poi e che va avanti ancora adesso perché comunque le famiglie si sono formate e ci sono i figli di coloro a cui abbiamo fatto volontariato a Mostar, anzi più che "volontariato" direi "possibilità": possibilità di fare del Bene e di ricevere veramente del Bene.
 

BIOS vuol dire formare e custodire un’identità personale, un’identità spirituale e morale che ognuno di noi ha dentro di sé, aprirsi verso gli altri, quindi cercare di evangelizzare i principi fondamentali di un’esistenza insieme, difendere i valori del matrimonio e della famiglia ovvero dedicarsi all'apostolato, alla preghiera, all'eucarestia ed all'annuncio.

Il principio fondamentale di questo movimento è contenuto in due comandamenti di Gesù: “Prendi il largo” (oggi diciamo in greco “Duc in altum”) richiamando la testimonianza di Gesù che prendendo il largo ha pescato i pesci e“Mi sarete testimoni".

 

BIOS nasce per aiutare i giovani a creare un’identità, nasce per creare dei legami, per stare insieme e scambiarci delle emozioni.

Avevamo detto a don Kreso che per noi era fondamentale rendere indissolubile questo legame che prima era una conoscenza, poi è diventata una bellissima amicizia ed oggi ci definiamo una famiglia perchè con i ragazzi di Mostar condividiamo tantissimi momenti. Ci sono delle storie molto molto belle dietro: un paio di loro sono diventati sacerdoti, altre sono entrate in convento, tutti gli altri si sono sposati a parte l’ultimo che si sposerà tra pochi mesi e quasi tutti sono diventati genitori."

 

PHOTO 2019 07 24 20 14 44  

 

 

 

Appuntamenti

Dom Ott 27 @09:00
INCONTRO DI PREGHIERA sede di Buronzo
Appuntamenti Ammp
Lun Ott 28 @15:00
CENACOLO DI PREGHIERA 4° DOMENICA DEL MESE
Appuntamenti Ammp
Sab Nov 09 @09:00
TERZO INCONTRO DIVINA VOLONTÀ
Appuntamenti Ammp
Dom Nov 24 @09:00
INCONTRO DI PREGHIERA sede di Buronzo
Appuntamenti Ammp
Sab Dic 07 @09:00
QUARTO INCONTRO FORMATIVO DIVINA VOLONTÀ
Appuntamenti Ammp

AGENDA APPUNTAMENTI

RICHIESTE D'AIUTO

#ILDONOXME

fotogallery
LEGGI IL COMMENTO AL VANGELO DI QUESTA DOMENICA

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Ti invieremo ogni mese gli aggiornamenti sulle nostre attività e i nostri appuntamenti