Sidebar

  twitter   instagram

 

 

MESSAGGIO DI MEDJUGORJE ALLA VEGGENTE MARIJA 25 APRILE 2018


Risultati immagini per madonna di medjugorje

 

"Cari figli! Anche oggi vi invito a vivere con Gesù la vostra nuova vita. Che il Risorto vi doni la forza affinché siate sempre forti nelle prove della vita e fedeli e perseveranti nella preghiera, perché Gesù vi ha salvati con le Sue ferite e con la Sua resurrezione vi ha dato una vita nuova. Pregate, figlioli e non perdete la

speranza. Nei vostri cuori ci siano gioia e pace, testimoniate la gioia di essere miei. Io sono con voi e vi amo tutti con il mio amore materno. Grazie per aver risposto alla mia chiamata”. 

 

COMMENTO DI PADRE LIVIOhttps://www.youtube.com/watch?v=dOlkzctdpL4

 

 

Messaggio di Medjugorje del 25 marzo 2018

“Cari figli! 

Vi invito a stare con me nella preghiera, in questo tempo di grazia, in cui le tenebre lottano contro la luce. Figlioli

pregate, confessatevi ed iniziate una vita nuova nella grazia. Decidetevi per Dio e Lui vi guiderà verso la santità e la croce sarà per voi segno di vittoria e di speranza. Siate fieri di essere 

battezzati e siate grati nel vostro cuore di far parte del piano di Dio. Grazie per aver risposto alla mia chiamata”

 

RIASSUNTO DEL COMMENTO IN FORMATO AUDIO DI PADRE LIVIO  RICAVATO DAL SITO 

http://www.radiomaria.it/archivio.aspx?cat=6eb7fe12-a65a-4d37-aa0d-7ac162854f84

I messaggi del 25 del mese hanno soprattutto una dimensione ecclesiale.
Normalmente il 25 marzo, giorno dell’annunciazione, la Madonna appare con i suoi vestimenti dorati mentre quest’anno è apparsa con i vestimenti normali che sono quelli della penitenza (velo bianco e veste grigia) mentre la giornata dell’annunciazione quest’anno si celebrerà il 9 aprile perché quest’anno è coincisa con la Domenica delle palme che ha la precedenza dal punto di vista liturgico in quanto ci apre le porte della settimana santa.
Il messaggio bellissimo esprime inviti, esortazioni e comandi fortemente incentrati sul mistero pasquale che è un mistero di morte e resurrezione, di morte al peccato e di vita nuova nella grazia con accenni alla croce, al battesimo, alla santità della vita cristiana.

Il tempo di grazia è il tempo che va dalla prima alla seconda venuta di Cristo, quindi anche questo che noi viviamo è un tempo di grazia, in particolare nella settimana Santa in cui tutta la chiesa è chiamata a rivivere il mistero della passione, morte e resurrezione del Signore.

Tuttavia in tutto il tempo di Grazia è presente il mistero del male: le tenebre sono in assalto nel tentativo di sottrarre le anime dalla via della redenzione e di portarle alla rovina.  

La Madonna ci invita non soltanto a pregare con lei, ma a stare con lei nella preghiera cioè deve essere un atteggiamento stabile, uniti a lei a contemplare la Croce, a pregare ai piedi della Croce e a testimoniare la Croce.


In questa settimana santa ci sono tre imperativi collegati tra loro:

1-PREGATE: nella preghiera decidiamoci per la conversione e decidiamoci per Dio

2-CONFESSATEVI: nella confessione dobbiamo iniziare la vita nuova nella grazia, non deve essere una pratica tanto per farla, ma deve esserci l’intenzione di lasciare la vita di peccato e iniziare la vita di grazia

3-INIZIATE LA VITA NUOVA NELLA GRAZIA: tagliare le catene del peccato, tutto ciò che ci trascina nella distruzione, decidersi per Dio guardando alla croce come segno di speranza. La grazia così vince e trionfa, Dio vince e trionfa in noi e così ci apriamo alla vita eterna.

Nella settimana santa vengono battezzati molti catecumeni. Dobbiamo essere fieri e grati di essere cristiani perché siamo chiamati a far parte del piano di Dio cioè della Chiesa che è strumento di salvezza del genere umano. 

Tutti i battezzati sono chiamati ad aiutare la madonna a portare le anime a Dio!
La Madonna dice che vuole salvare tutte le anime e presentarle a Dio perché ci vuole tutti con lei in paradiso!
Dobbiamo quindi essere grati e attivi
in questo piano di salvezza con la preghiera, con la testimonianza, con le opere della carità spirituale e materiale.

Pensiamo alla grande grazia che ha la nostra generazione nel ricevere i messaggi della Madonna.
Chi medita i messaggi della Madonna e si lascia guidare da lei fa grandissimi progressi nella vita spirituale perché nessuno più della Madonna è capace di farci alzare a volo d’aquila nei cieli della santità, nessuno più della Madonna conosce Gesù Cristo e il Vangelo, nessuno più della Madonna conosce noi ,le nostre qualità e le nostre debolezze, nessuno più della madonna è comprensivo con noi.
Decidiamoci ! Decidiamo di lasciarci guidare dalla Regina della Pace!
Possiamo fare tante cose belle e nuove nella vita, ma chi non si mette in questo meraviglioso piano di Maria rischia di faticare ma di essere inconcludente.

Ringraziamo Dio per questa grazia della presenza di Maria e per tutte le grazie che ci dona!

MESSAGGIO DI MEDJUGORJE DEL 25 GENNAIO 2018  alla veggente Marija

 

“Cari figli! Questo tempo sia per voi il tempo della preghiera affinché lo Spirito Santo, attraverso la preghiera, discenda su di voi e vi doni la conversione. Aprite i vostri cuori e leggete la Sacra Scrittura affinché, attraverso le testimonianze, anche voi possiate essere più vicini a Dio. Figlioli, cercate soprattutto Dio e le cose di Dio e  lasciate alla terra quelle della terra, perché Satana vi attira alla polvere e al peccato. Voi siete invitati alla santità e siete creati per il Cielo. Cercate, perciò, il Cielo e le cose celesti. Grazie per aver risposto alla mia chiamata”. 

Commento di Padre Livio (Radio Maria) - riassunto estratto dall’originale in formato audio ricavato da www.radiomaria.it


Il 25 Gennaio è la festa della conversione di San Paolo, una conversione spettacolare: il più grande persecutore della Chiesa di quel momento diventa il protagonista della diffusione del cristianesimo nel mondo romano, arrivando fino in Spagna ed evangelizzando con le sue lettere.
La Madonna ci fa capire che la nostra conversione è un dono di Dio: senza la grazia di Dio che bussa alla porta del cuore non ci potremmo convertire!
La grazia dello Spirito Santo la possiamo ricevere attraverso la preghiera assidua.
La conversione finisce quando Dio ci chiama, è il cammino di tutta la vita.
Ne consegue che per convertire gli altri non bastano le parole, ma possiamo farlo con la preghiera, la penitenza e i sacrifici.
Quando abbiamo a cuore la conversione dei nostri cari non dimentichiamo che la prima cosa che dobbiamo fare è tenerli sotto la protezione della nostra preghiera e poi guardarli con lo sguardo della compassione e dell’amore perché nel loro cuore c’è una battaglia tra il principe di questo mondo che vuole possedere quel cuore e Dio che vuole invece farne sua dimora.

La Madonna ci invita per l’ennesima volta a nutrirci della Parola di Dio, a leggere la Sacra Scrittura in famiglia leggendo un brano ogni giorno con cuore aperto finché non arriva quella parola che entra nel cuore e ci nutre, ci illumina e ci fortifica.
La Sacra Scrittura può essere letta soltanto alla luce della fede: senza la luce dello Spirito Santo non si capisce la Scrittura!
Nella Sacra Scrittura, che è sempre attualissima, ci imbattiamo continuamente negli amici di Dio, nei testimoni di Dio, nelle gesta di Dio, nell’azione di Dio che è un’azione di salvezza perennemente presente anche nelle nostre vite e nelle nostre giornate.
Ancora una volta poi la Madonna ci chiama alla meta alla quale dobbiamo tendere che è il Paradiso: molti credono che con la morte finisca tutto, ma sarà dura per loro comparire davanti al giudizio di Dio!
Fin da ora noi dobbiamo impostare la vita come un cammino verso l’eternità, non come un apparire sulla scia del mondo per caso e un diffondersi nel nulla! Dobbiamo ricordare che abbiamo un’anima spirituale immortale!
Chiediamoci se stiamo camminando verso la strada che porta al Cielo. Per farlo dobbiamo mettere Dio al primo posto: la preghiera, il bene, la santità, la testimonianza. Quello è il lavoro da fare prima di tutto durante la nostra giornata.

Non lasciamoci distrarre dalle cose della terra e dalle preoccupazioni  per le cose materiali: non dimentichiamoci che quando cerchiamo il Regno di Dio tutto il resto ci verrà dato in sovrappiù!
Stiamo attenti con le false luci con cui il demonio cerca di attirarci e sviarci per farci precipitare nel peccato e nella polvere.
Tutti siamo chiamati a una vita santa, umile, pulita come i bambini.
Siamo stati creati per il Cielo, è quella la via a cui dobbiamo tendere!

Messaggio di Medjugorje del 25 dicembre 2017

"Cari figli!

Oggi vi porto mio Figlio Gesù, affinché vi doni la Sua pace e la Sua benedizione. Figlioli, vi invito tutti a vivere e testimoniare le grazie e i doni che avete ricevuto. Non temete! Pregate affinché lo Spirito Santo vi dia la forza di essere testimoni gioiosi e uomini di pace e di speranza.

Figlioli siate benedizione.

Grazie per aver risposto alla mia chiamata”.

 

Commento di Padre Livio (Radio Maria) - riassunto estratto dall’originale in formato audio ricavato da www.radiomaria.it



Anche questo Natale, come ogni Natale, la Madonna è venuta con Gesù bambino in braccio: questo è il Natale; la venuta del Figlio di Dio nel mondo!
La Madonna ci porta il Signore.
Nella Sua fragilità disarmata di bambino appare quasi incredibile che ci sia tanto odio contro di Lui, contro il presepio e contro tutto ciò che Lo ricorda.
Questo Bambino è il cristianesimo, è la persona viva del membro incarnato.
Questo Bambino è la nostra fede!
La Madonna Lo dona anche oggi, fino alla fine dei tempi a coloro che Lo vogliono accogliere.
Lui è venuto per ridarci la dignità di figli di Dio, per aprirci le porte del Paradiso.
Gesù è la nostra pace, Colui che ci rende tutti fratelli!
Gli uomini possono avere la pace con Dio e nei loro cuori soltanto accogliendo Gesù.
La Madonna ci indica sempre Gesù. Ci dice che è Lui l’Amore! Ci dice di trovarLo nella preghiera e con la fede. Inoltre ci dice che dobbiamo testimoniarLo  e portarLo  agli altri così come ha fatto Lei che lo ha accolto e lo ha donato a noi.
Riflettiamo sui doni che abbiamo ricevuto: in questo Natale abbiamo ricevuto Gesù! Lui ci ha donato il perdono, la pace, l’amore.
Inoltre ci dice “Non temete”. Queste parole che troviamo nel Vangelo di Natale e in tanti passi nel Vangelo e che ci rimandano anche a Giovanni Paolo II con il suo “ Aprite le porte a Cristo!”
Questo perché noi abbiamo paura di questo mondo che vediamo essere nelle mani del male: ondate di male si riversano sulla Terra, ma non dobbiamo aver paura di professarci cristiani!
Dobbiamo essere come ci dice la Madonna uomini di pace e di speranza.
Dobbiamo pregare lo Spirito Santo che ci dia la forza.
La Madonna ci dice di superare la paura e chiedere allo Spirito Santo di avere la forza in modo da non essere imboscati nella nostra vita, ma testimoni gioiosi.
Così la Verità trionferà gioiosamente!
Quando siamo cattivi e seminiamo l’odio siamo una sciagura per gli altri e per l’umanità invece dobbiamo essere la Benedizione di Dio per l’umanità! Affinché gli altri possano dire “quanto bene fa questa persona” , “menomale che c’è questa persona”, “quanta pace trasmette”… questi sono complimenti!  Non “quanto è intelligente” o altro.

La Madonna è qui perché il principe di questo mondo vuole distruggere la fede, la speranza, la Chiesa, l’umanità.

Noi dovremmo sentirci questa battaglia quotidiana fatta di coerenza, fedeltà, bontà, preghiera.

La Madonna ci riporta al cuore della fede che è suo figlio Gesù.

 


A

MESSAGGIO DI MEDJUGORJE DEL 25 NOVEMBRE 2017

"Cari figli! In questo tempo di grazia vi invito alla preghiera. Pregate e cercate la pace, figlioli. Lui che è venuto qui sulla terra per donarvi la Sua pace, senza far differenza di chi siete o che cosa siete - Lui, mio Figlio, vostro fratello - tramite me vi invita alla conversione perché senza Dio non avete né futuro né vita eterna. Perciò credete, pregate e vivete nella grazia e nell'attesa del vostro incontro personale con Lui. Grazie per aver risposto alla mia chiamata”.

RIASSUNTO DEL FORMATO AUDIO DELL’INTERVISTA DI PADRE LIVIO ALLA VEGGENTE MARIJA PAVLOVIC LUNETTI A RADIO MARIA (http://www.medjugorje-oggi.org )

 

Oggi manca la pace nel mondo, nelle nostre famiglie e nei nostri cuori: dobbiamo pregare per la pace! La nostra gioia e la nostra pace è in Dio. Se non abbiamo un incontro personale con Lui non possiamo avere gioia. La nostra vita deve essere attesa, attesa dell’eternità e di questo vivere in Lui e con Lui per sempre.
La Madonna è donna del silenzio ma è anche donna di parola, concreta e di grande amore. Non ci sono parole per descrivere la Madonna, la sua bellezza e la sua grandezza. Lei è la mano allungata di Dio, la serva che con tutto il suo cuore e con tutto il suo essere vuole vivere con Dio e in Dio e trasmetterlo agli altri.
Rischiamo di andare verso l’autodistruzione senza Dio!
In questo messaggio si capisce che la Madonna parla veramente a tutti: credenti, non credenti, cattolici e non cattolici.

Inoltre chiede proprio di mettere Dio al posto dell’io. Dio nella nostra società non Lo vogliamo, invece Dio c’é!
In questo messaggio tre parole ci preparano al Natale: credete, preparate, vivete! Questo vale per l’Avvento, ma anche per il momento in cui lo incontreremo personalmente quando moriremo.

Tante volte noi diciamo “io credo e non credo”, dipende dai momenti come una bandiera invece la Madonna ci dice di essere saldi nella fede.
Chi è nella fede crede in qualsiasi momento anche nelle burrasche e vede tutto come volontà di Dio anche nella sofferenza, nel dolore, nell’amore.
Andare oltre e amare con occhi e con cuore di Dio: per questo la Madonna ci dice di pregare perché se prego vivo nella grazia e credo che il Signore provvede in tutto.
Il passato è passato e il futuro è nelle mani di Dio!
Pregando so che posso cambiare il mondo!
Dobbiamo preparare il cuore per ricevere Gesù a Natale: la Madonna ci chiama adesso alla conversione, non domani e non ieri! Senza di Lui non abbiamo né futuro né salvezza!
Non possiamo andare contro la libertà degli altri, di chi decide di non credere. Possiamo solo benedirlo e pregare per lui!
Dobbiamo armarci con il Rosario. Tanti maledicono, noi con la vita e con l’esempio vogliamo benedire, vogliamo “dire bene”!
La nostra umanità oggi è povera, non di soldi ma di spirito, ma il cuore immacolato di Maria trionferà. Noi ormai siamo morti nello spirito, la Madonna ci vuole nella gioia! Siamo peccatori, ma ci rialziamo e diventiamo ancora più forti. La Madonna ci chiama ad essere le sue mani allungate perché ha bisogno di noi.
Non dobbiamo avere timore di testimoniare con la nostra vita!
Non amiamo più la vita e questo è un disastro: le culle sono vuote! Una volta si diceva che ogni bambino nasce con la camicia. Oggi abbiamo paura del futuro e non abbiamo speranza invece non dobbiamo avere paura di avere tanti figli! Dio provvede ed è Lui il nostro destino! In ogni caso moriremo! Oggi non ci sono le famiglie che credono nella vita e che amano la vita! Il Natale è la festa della famiglia. Nel tempo di Avvento decidiamoci a pregare nella nostra famiglia!
Pregate e non avrete più bisogno di andare dagli psicologi! Noi oggi ci sentiamo persi perché senza Dio non abbiamo la pace. Dei primi cristiani dicevano “si vede che sono cristiani perché si amano”. 

Appuntamenti

Ven Giu 01 @08:00
RITIRO SPIRITUALE A SAN GIOVANNI ROTONDO
Appuntamenti Ammp
Ven Giu 08 @19:30
CENA CON DELITTO
Appuntamenti Ammp
Ven Giu 15 @08:00
Pellegrinaggio a Medujugorje - sede di Sant'Angelo Lodigiano
Sant'Angelo Lodigiano
Mer Ago 01 @08:00
Festival dei Giovani a Medjugorje
Sant'Angelo Lodigiano
Lun Ago 27 @08:00
Pellegrinaggio in Terra Santa e Giordania
Appuntamenti Ammp

RICHIESTE D'AIUTO

#ILDONOXME

fotogallery
LEGGI IL COMMENTO AL VANGELO DI QUESTA DOMENICA

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Ti invieremo ogni mese gli aggiornamenti sulle nostre attività e i nostri appuntamenti