Sidebar

  twitter   instagram

Cari figli, in questo tempo di grazia vi invito tutti ad aprire i vostri cuori alla misericordia di Dio affinché, attraverso la preghiera, la penitenza e la decisione per la santità, iniziate una vita nuova. Questo tempo primaverile vi esorta, nei vostri pensieri e nei vostri cuori, alla vita nuova, al rinnovamento. Perciò, figlioli, io sono con voi per aiutarvi affinché nella determinazione diciate “Sì” a Dio e ai comandamenti di Dio. Non siete soli, io sono con voi per mezzo della grazia che l'Altissimo mi dona per voi e per i vostri discendenti. Grazie per aver risposto alla mia chiamata".

Commento di Padre Livio. (sintesi)

Trascrizione dall’originale audio ricavata dal sito: www.medjugorjeliguria.it

Questo messaggio evoca due tempi liturgici della Chiesa: il tempo di grazia della Quaresima che prepara alla Pasqua. Il messaggio contiene un riferimento diretto alla Confessione pasquale laddove la Madonna ci dice di aprire i cuori alla Misericordia di Dio perché la misericordia di Dio ci viene attraverso la Confessione che ha come scopo di portarci a vivere una vita nuova. "Cari figli, in questo tempo di grazia vi invito tutti ad aprire i vostri cuori alla misericordia di Dio affinché, attraverso la preghiera, la penitenza e la decisione per la santità, iniziate una vita nuova”.

La Madonna ci invita a una decisione di vita nuova. Per chi è nel peccato, per chi è lontano da Dio, è un invito a risorgere dalla situazione che vive di schiavitù del peccato, a uscire fuori dalla palude del male, ad abbandonare la strada che porta alla rovina, la via delle false luci, delle false gioie, un invito a decidersi ad entrare nella via della salvezza.

E per chi è già sulla via della salvezza di incrementare, di accelerare il cammino di santità, prendere la decisione di non accontentarsi di una vita cristiana mediocre, vivere fino in fondo l’amore di Dio, l’amicizia con Cristo e vivere anche la testimonianza come gioia da dare agli altri per quello che noi sperimentiamo. Ecco la chiave d’interpretazione del messaggio: la Pasqua è la Resurrezione di Cristo, “anche voi risorgete con Cristo aprendo i vostri cuori alla misericordia di Dio, attraverso la preghiera, la penitenza e la decisione per la santità in modo tale da iniziare una vita nuova”.

C’è bisogno di entrare nel nostro santuario interiore, di sentire Dio che parla al cuore, di ascoltare la voce del Signore che ci chiama ad uscire fuori dall’effimero, dalle tenebre, da quei legami con la terra che ci impediscono di volare in alto, di lasciare le invidie, le gelosie, le cattiverie, tutte le impurità, l’odio, tutto ciò che inquina il cuore.

Dobbiamo chiedere a Dio l’immensa grazia di purificare i cuori dai veleni che ci rovinano la vita, che ci impediscono di sorridere, ci impediscono di gioire e ci impediscono di volare. Non c’è nulla di più bello di vivere questa grazia del cambiamento del cuore, di sentire l’amore di Gesù, la sua tenerezza, neanche guadagnassi chissà quanti soldi, nulla che possa paragonarsi a come ci si sente quando abbiamo l’amore di Dio nel cuore. Questo lo possiamo ottenere tutti, basta pentirsi, chiedere perdono, affidarsi, scoprire il volto di Gesù, il volto di un fratello, di un padre, di un amico, di un maestro. Allora, per quanto la vita sia tribolata, abbiamo sempre questa fonte di consolazione a portata di mano, cioè parlare con Gesù, con la nostra cara Mamma, la Madonna che ci ascolta con il cuore.

“Questo tempo primaverile vi esorta, nei vostri pensieri e nei vostri cuori, alla vita nuova, al rinnovamento”. La Madonna ci mostra nei segni della natura, la realtà soprannaturale, ci indica il tempo di primavera dove la natura sembra uscire fuori da un sonno molto simile alla morte, i rami secchi piano piano ricominciano a rinverdire e a gettare i germogli, sembra proprio una risurrezione sul piano naturale, una natura morta che rinverdisce.

Anche le nostre anime sono chiamate a morire con Cristo al peccato e a risorgere a vita nuova. Dobbiamo cambiare i pensieri, i nostri pensieri siano pensieri di Dio, pensieri d’amore, pensieri di luce e poi rinnovare i nostri cuori, purificarli dai veleni del male, rinnovare la nostra vita. “Perciò, figlioli, io sono con voi per aiutarvi affinché nella determinazione diciate “Sì” a Dio e ai comandamenti di Dio”.

La Madonna nella seconda parte del messaggio fa riferimento al giorno in cui ha ricevuto il messaggio dall’Arcangelo Gabriele che Le ha rivelato il mistero dell’Incarnazione del Figlio di Dio nel suo grembo, chiamata quindi a diventare la Madre di Dio e dell’intera umanità. Questo è stato possibile perché la Madonna, con uno slancio di coraggio, ha detto sì a Dio, un sì senza riserve, un sì che è diventato la struttura stessa del suo essere, la Madonna è il “Sì” a Dio, il sì radicale all’amore di Dio.

Messaggio di Medjugorje del 25 febbraio 2017

“Cari figli, oggi vi invito a vivere profondamente la vostra fede e a pregare l'Altissimo affinché la rafforzi, cosicché i venti e le tempeste non possano spezzarla. Le radici della vostra fede siano la preghiera e la speranza nella vita eterna. Già adesso, figlioli, lavorate su voi stessi, in questo tempo di grazia nel quale Dio vi dona la grazia affinché attraverso la rinuncia e la chiamata alla conversione siate uomini dalla fede e dalla speranza limpide e perseveranti. Grazie per aver risposto alla mia chiamata".

Commento di Padre Livio. (sintesi)

Trascrizione dall’originale audio ricavata dal sito: www.medjugorjeliguria.it

Messaggio di Mdugorje del 25 gennaio 2017

"Cari figli, oggi vi invito a pregare per la pace. Pace nei cuori umani, pace nelle famiglie e pace nel mondo. Satana è forte e vuole farvi rivoltare tutti contro Dio, riportarvi su tutto ciò che è umano e distruggere nei cuori tutti i sentimenti verso Dio e le cose di Dio.
Voi, figlioli, pregate e lottate contro il materialismo, il modernismo e l'egoismo che il mondo vi offre. Figlioli, decidetevi per la santità ed io, con mio Figlio Gesù, intercedo per voi. Grazie per aver risposto alla mia chiamata".

Messaggio di Medjugorje del 25 dicembre 2016

Cari figli, con grande gioia oggi vi porto mio Figlio Gesù perché Lui vi dia la Sua pace. Figlioli, aprite i vostri cuori e siate gioiosi affinché possiate accoglierla. Il Cielo è con voi e lotta per la pace nei vostri cuori, nelle famiglie e nel mondo e voi, figlioli, aiutatelo con le vostre preghiere affinché sia così. Vi benedico con mio Figlio Gesù e vi invito a non perdere la speranza e che il vostro sguardo e il vostro cuore siano sempre rivolti verso il Cielo e verso l’Eternità. Così sarete aperti a Dio ed ai Suoi piani. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.

Messaggio di Medjugorje del 25 novembre 2016

Cari figli,  anche oggi vi invito a ritornare alla preghiera.  In questo tempo di grazia,  Dio mi ha permesso di guidarvi verso la santità e verso una vita semplice, affinché nelle piccole cose possiate scoprire Dio Creatore, innamorarvi di Lui e affinché la vostra vita sia un ringraziamento all’Altissimo per tutto quello che Lui vi dona. Figlioli, la vostra vita sia un dono per gli altri nell’amore e Dio vi benedirà. E voi testimoniate senza interesse, per amore verso Dio. Io sono con voi e intercedo davanti a mio Figlio per tutti voi. Grazie per aver risposto alla mia chiamata

LEGGI IL COMMENTO AL VANGELO DI QUESTA DOMENICA

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Ti invieremo ogni mese gli aggiornamenti sulle nostre attività e i nostri appuntamenti